La musica negli affreschi della Padova di Giotto

corso online


Inizia un viaggio alla scoperta delle tante curiosità musicali presenti negli affreschi della Padova di Giotto


Grazie alle scene dipinte in questi capolavori dell’arte possiamo riscoprire suoni e musiche di un lontano passato. Un periodo di intensa vivacità musicale, alla quale contribuirono personaggi di primissimo piano, che resero Padova uno dei maggiori centri nel panorama musicale europeo del Trecento.

Ad esempio, hai mai ascoltato la composizione musicale del Trecento ispirata agli affreschi dipinti da Giotto nella Cappella degli Scrovegni? L’autore è Marchetto da Padova, da alcuni studiosi definito come “il Giotto della musica”.

LA MUSICA NEGLI AFFRESCHI DELLA PADOVA DI GIOTTO

Nel primo decennio del Trecento e negli anni immediatamente successivi, Padova visse un eccezionale momento di arte, di scienza e di cultura.

Il fervore intellettuale unico sviluppatosi a Padova, con l’importanza della sua Università e la vicinanza a Venezia, attirò personalità come Giotto, Pietro d’Abano e Marchetto da Padova. Un’unione filosofica e culturale di musicisti, artisti, intellettuali: una ricchezza interdisciplinare che mise Padova in prima linea nel pre-umanesimo.

Nel campo delle arti visive l’arrivo di Giotto in città coincise con la stagione più alta dell’arte padovana. Un nuovo linguaggio artistico che rivoluzionò il modo di dipingere dell’Italia medievale e a cui gli artisti del Trecento presenti in città non poterono non guardare. Si tratta della più grande concentrazione di affreschi trecenteschi in Europa, oltre 3600 metri quadrati di pitture murali, che nel luglio 2021 sono stati inseriti nella lista del Patrimonio Mondiale UNESCO.

GIOTTO E IL GIOTTISMO UNISCONO MUSICA E PITTURA

Nell’attraversare la Padova “Urbs Picta” del Trecento veniamo a contatto con l’universo visivo del suono. Grazie alle scene dipinte in questi capolavori dell’arte possiamo riscoprire suoni e musiche di un lontano passato.

La Cappella degli Scrovegni, ad esempio, è ricca di musica, ed esiste anche una composizione musicale che sembra sia stata composta proprio per l’inaugurazione degli affreschi di Giotto avvenuta il 25 marzo 1305. L’autore è Marchetto da Padova, figura di spicco per la storia della Musica di Padova e non solo: il suo nome rimase vivo a lungo nella trattatistica musicale e nella tradizione letteraria diventando quasi un simbolo della teoria e della notazione italiane.

E ancora, nel bellissimo Battistero del Duomo, capolavoro di Giusto De Menabuoi, si trova una schiera di angeli “musicisti”, straordinaria documentazione per la storia della musica, forse quel complesso musicale che allietava la corte dei Carraresi all’epoca del Petrarca.

La musica torna anche negli affreschi realizzati da Giotto nel Palazzo della Ragione e si intreccia con gli studi di un altro illustre nome del Trecento: Pietro d’Abano.

La musica e i musicisti della Padova del Trecento si inseriscono come componente di rilievo sia nelle strutture sia nella creazione artistica, sia nel tessuto sociale della città. Nella figura di Marchetto sono riunite le caratteristiche di uomo dotto del pre-umanesimo: compositore, teorico e didatta. Con Marchetto, da alcuni studiosi definito come “il Giotto della musica”, Padova entra nella grande scena internazionale e ha un ruolo di primo piano nel panorama trecentesco di produzione, elaborazione e diffusione del patrimonio musicale.

Un periodo di intensa vivacità musicale, alla quale contribuirono personaggi di primissimo piano, che resero Padova uno dei maggiori centri nel panorama musicale europeo del Trecento.

Conosciamoci! Qui trovi un breve video che ho realizzato come presentazione del corso.

COME FUNZIONA IL CORSO

Nel corso viaggeremo tra gli affreschi della Padova “Urbs Picta” del Trecento e andremo alla scoperta della musica presente nei suoi cicli pittorici: quasi non c’è nessun edificio che non conservi una rappresentazione diretta o indiretta del suono o di una situazione musicale.

Il corso ha la durata di 2 ORE suddivise in 3 VIDEO-LEZIONI che potrai vedere quando e come vorrai da pc, smartphone, tablet:

  1. La Cappella degli Scrovegni: Giotto e Marchetto da Padova (1 ora)
  2. La musica nel Battistero del Duomo e nel Palazzo della Ragione (40 minuti)
  3. Altri luoghi musicali della Padova “Urbs Picta” + focus extra su alcuni codici musicali miniati padovani del Trecento in cui il “giottismo” unisce ancora una volta musica e pittura. (20 minuti)

Alla ricezione del pagamento riceverai un link per accedere alle video lezioni, nella pagina troverai anche testi e materiali integrativi di approfondimento.

COSTO E MODALITÀ DI PAGAMENTO

Il corso costa 46€ che puoi pagare facilmente anche tramite PayPal.

Scrivimi utilizzando il form che trovi qui sotto e ti invierò una e-mail con tutte le informazioni.

Ti aspetto!

    Ho letto l’informativa privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi indicate.

    No Comments

      Leave a Reply